Chiesa della Madonna
del Buon Consiglio

La chiesetta dedicata originariamente a S. Cipriano e S.Cornelio, poi all'Angelo Custode, fu cappella privata dei Quadrio.
La facciata principale, a capanna, si apre con un portale architravato in pietra, sovrastato da serliana chiusa da vetri piombati.
Sul lato nord si trova il piccolo campanile a vela.
L'interno, a cui si accede mediante una bussola in legno sormontata da un coro ligneo dipinto, è ad unica navata con due volte a crociera, separate da un arco sorretto da lesena.
Le pareti sono state affrescate, nel 1778, da Giovanni Petranzini.
Sulle pareti del presbiterio, internamente affrescate, si possono notare quattro figure allegoriche: due virtù teologali, Fede e Carità, e due virtù cardinali, Giustizia e Fortezza.
La pala dell'altare , un olio su tela del 1671, recentemente restaurata, rappresenta l' Angelo custode che guida verso la Trinità un'anima che invano un demone cerca di trattenere.


Scheda curata da
Federico Piccinali e Marco Donati (1996)
Aggiornamento Adriana Tampini e Annalisa Mitrano (2001)